La settimana europea della mobilità ci ricorda i vantaggi dell’utilizzare mezzi di trasporto alternativi, come ad esempio andare in bicicletta. È un’abitudine sana e che apporta numerosi benefici: migliora il battito cardiaco, rafforza i muscoli, non inquina e può essere un modo per conoscere gente. Andare in bicicletta è una delle alternative per lasciare a casa l’automobile e godere i vantaggi di questa scelta. Eccone alcuni.

Andare in bicicletta è qualcosa che arrivò tardi, se pensiamo che l’invenzione della ruota risale al 3.500 a.C. La prima bicicletta a pedali appare in Francia (1860). In meno di 40 anni gli era già stato aggiunto il primo motore. La bici, però, continua ad avere molti vantaggi rispetto ai veicoli motorizzati (seppure più rapidi).

Andare in bici fa bene alla salute

Andare in bicicletta presuppone fare esercizio e pertanto riduce l’obesità. Inoltre, riduce fino ad un 50 per cento il ritmo cardiaco e diminuisce la pressione arteriosa. Un altro dei vantaggi dell’andare in bicicletta è bruciare i grassi, perdere peso e rafforzare le gambe.

Andando in bicicletta, il 70-80% del corpo si trova sul sellino. In una buona posizione, la schiena si rinforza e si può prevenire il mal di schiena. Aumenta la capacità polmonare e riduce il colesterolo e le possibilità di rischiare un infarto.

È importante mantenere una buona postura per andare in bicicletta. Questo può aiutare a prevenire altri dolori. Un campagna lanciata dal Collegio di Fisioterapisti in Andalusia lo ricorda. Sono vari i fattori che influiscono: la posizione e l’altezza del sellino, la distanza, il manubrio e come appoggiamo il piede sul pedale. Per essere sicuri di mantenere una posizione corretta, si raccomanda regolare il sellino secondo la propria altezza e che i piedi si appoggino a terra solo con le punte. I gomiti dovranno essere leggermente piegati e la colonna vertebrale con una curvatura fisiologica.

Altro vantaggio dell’andare in bicicletta: aumenta la tua autostima

Quando facciamo esercizio produciamo ormoni (endorfine) che ci fanno sentire meglio. Andando in bicicletta si evita lo stress e si dorme meglio. Non si ottengono questi effetti guidando un’automobile, nemmeno la più potente.

Andare in bicicletta è ecologico

È un mezzo di trasporto pulito: non inquina, le emissioni di anidride carbonica sono pari a zero ed è più veloce che andare a piedi. Con la bicicletta non si produce nemmeno inquinamento acustico, trattandosi di un mezzo silenzioso. In molte città, grandi e piccole, si sta incoraggiando l’uso della bicicletta con i servizi municipali di bici “in affitto”.

Se possiedi un’automobile, emetti 17 chili di CO2 ogni 100 Km. I vantaggi di andare in bicicletta non li noterai solo tu, ma anche l’ambiente in cui vivi.

andare-in-bicicletta

La bicicletta è un’invenzione del XIX secolo. La bici si trovò ben presto a competere con la moto ma possiede molti più vantaggi (fisici, di umore..) per chi la utilizza.

La settimana internazionale della mobilità appena trascorsa e settembre, mese di inizi, ci dovrebbero far riflettere ed invitarci a cambiare le nostre abitudini. Andare in bicicletta è sempre un buon proposito. È sano, migliorerà la nostra salute e per i tragitti corti non ha nulla da invidiare agli altri mezzi di trasporto. La bici occupa meno spazio di un’automobile, è facile da parcheggiare ed è un’opzione perfetta per le città con ZTL (Zona a Traffico Limitato). Oggi può essere il giorno giusto per acquisire quest’abitudine nuova e salutare!

Photo credit: Richard Elzey via Foter.com / CC BY
Photo credit: paukrus via Foter.com / CC BY-SA

Se ti è piaciuto questo post, ti potrebbe interessare anche:

Running: 5 errori che commettiamo praticando questo sport