La schiena dei bambini ha 3 grandi nemici relazionati all’attività scolastica. Questo terzetto malefico è composto dal trasporto dei pesanti zaini, dal sedentarismo e la mancanza di igiene posturale. Secondo un articolo, 1 bambino su 2 in età scolastica soffre di mal di schiena. A questi fattori si aggiunge l’uso di telefoni cellulari. Il mal di schiena è un modo in cui il corpo del minore avvisa che sta risentendo di uno stress muscolare eccessivo che potrebbe peggiorare in una malattia.

Trasportare uno zaino non adeguato e con il peso mal distribuito, trascinare un carro con un braccio solo, non fare esercizio o non sedersi in modo corretto, può causare lesioni negli studenti. Il direttore dell’Unità di Traumatologia e Chirurgia del Ospedale Quirón, Héctor Rúperez, dichiara che il “sovraccarico funzionale sulla colonna vertebrale del bambino” può essere corrette con una serie di consigli, che trovate in questo articolo.

Lo zaino giusto per la schiena del bambino

Quanto deve pesare lo zaino di libri che trasporta la schiena di un bambino? La prima domanda è: quanto pesa il bambino? La seconda: quanto pesano i libri e la terza è: come deve essere lo zaino?  Un bambino o una bambina non dovrebbero trasportare sulla propria schiena un peso superiore al 10 o 15 per cento del loro peso, secondo i pediatri dell’ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Perciò, un bambino che pesa 40 kg non deve trasportare più di 4 o 6 kg nello zaino (includendo libri, quaderni, astucci..). Un libro pesa in media 1,500 grammi; un quaderno, 400 grammi. Se sommiamo un astuccio da 200 grammi e qualche dizionario da 400 grammi, lo studente non dovrebbe trasportare più di 3 libri con i relativi quaderni, al massimo.

La posizione ideale dello zaino nella schiena dei bambini

La schiena del bambino dovrà trasportare uno zaino leggero. Deve essere amplia sulle spalle, trasportata appoggiandola su entrambe le spalle, con un sostegno nella parte lombare e regolabile nella parte inferiore affinché non oscilli. Gli zaini con un piccolo carro per trasportarli evitano il peso sulla schiena, ma il fatto di doverlo trascinare con un brazo provoca posture asimmetriche, altrettanto dannose.8

Alcune associazioni di fisioterapia hanno reso pubbliche negli ultimi anni campagne di sensibilizzazione. L’AIFI, Associazione Italiana Fisioterapista, ad esempio, nel 2010 lanciò la campagna “La schiena va a scuola” tra genitori, insegnanti e studenti.


Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche:

Pokémon Go: un uso eccessivo può causare tendinopatie

Esibizionismo estivo: analisi del terapeuta